Le formiche sono degli animali eccezionali, in quanto sono fortissime rispetto alle loro dimensioni, infatti possono sollevare ben 50 volte il loro peso; fanno parte della famiglia delle Formicidae, ordine dell’Imeneotteri, cugine delle vespe e delle api, sono dappertutto, stimando un “censimento” di 10 miliardi di individui!
Hanno sei zampe, ed il loro corpo è diviso in tre parti, testa, torace e addome, e sono ricoperte da una corazza, praticamente hanno lo scheletro all’esterno.
Più conosciamo le formiche e più ci stupiscono.

Sulla testa ci sono un paio di antenne piegate a metà, organi di senso principali, con le quali possono sentire, toccare, assaggiare e comunicare con gli altri membri della comunità, si, perché le formiche sono animali sociali, e la loro vita è basata sul bene della comunità; lo scambio di sostanze chimiche chiamate feromoni è essenziale per orientare gli individui ed impostare la corretta comunicazione.

Questi animali posseggono delle mandibole molto forti come tenaglie ed utili, infatti servono come difesa contro animali invasori, e come trasporto di oggetti (cibo); a seconda del tipo di formica e del suo ruolo nella comunità, le mandibole cambiano ed hanno una funzione diversa.

Vita delle formiche, i ruoli per ogni individuo

I ruoli sono vari nella vita delle formiche, anche se precisi ed articolati:

  • Regina
  • Operaie (femmine)
  • Soldati (femmine)
  • Maschi

La regina passa la sua esistenza a deporre uova, non farà altro per tutta la sua vita.

Le operaie sono tutte femmine, e si occupano di approvvigionare il formicaio con il cibo necessario, oltre che accudire la regina e prendersi cura delle larve.

I soldati sono sempre femmine e hanno il compito di difendere il formicaio da eventuali predatori, ma se serve partecipano alla raccolta del cibo assieme alle operaie.

I maschi sono pochi, ed hanno solamente la funzione di accoppiarsi con la regina; nessun ruolo è assegnato a loro, infatti muoiono subito dopo l’accoppiamento.

Dove vivono le formiche

La vita delle formiche si sviluppa dentro un formicaio, costruito nella terra il più delle volte sotto ad un grande sasso oppure sotto ad un cumulo di aghi di pino; attraverso le gallerie costruiscono delle stanze in più piani, ognuna con la sua utilità:

  • Stanza della regina
  • Stanza delle uova
  • Stanza delle larve
  • Stanza delle riserve
  • Stanza degli insetti morti
  • Stanza degli afidi

Alcuni tipi di formica nidificano in tronchi degli alberi morti, oppure altre in foglie, come la formica tagliafoglie, che modifica le foglie unendole fino a formare un nido vero e proprio.

Di seguito un interessante documentario:

Vita, cibo e riproduzione delle formiche

La riproduzione delle formiche si svolge partendo dalla deposizione delle uova da parte della regina, quindi portando le larve nelle apposite stanze che verranno accudite e nutrite fino a diventare dopo circa un mese formiche formate.

La ricerca del cibo riguarda come già detto le operaie, ed i gusti variano da specie a specie, infatti alcune preferiscono la frutta con la sua dolcezza (meloni, albicocche, pesche, ecc.), altre preferiscono gli insetti, catturandone anche di molto grandi (bruchi, scarabei, coccinelle, ecc,), riuscendo a portarli nel formicaio in gruppo.
In alcuni casi, al’interno del formicaio, si allevano degli afidi raccogliendo la melata che producono, di cui le formiche ne vanno ghiotte; altre volte sono in grado di coltivare sempre all’interno del formicaio alcuni tipi di fungo, masticando le foglie ridicendole in poltiglia.

Che dire… veramente animali incredibili, da scoprire nella loro socialità; la prossima volta che ne vediamo una pensiamoci!

Vuoi approfondire?
Scegli una buona lettura:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

POST RELATIVI

2 commenti su “Vita delle formiche”

Lascia un commento