Con l’arrivo della bella stagione le passeggiate in collina o in montagna sono più frequenti ed è più frequente anche la possibilità di trovarsi di fronte ad un animale come il serpente, il peggiore incubo per chi non ama i rettili, quindi come difendersi dai serpenti?

Va detto inoltre che il morso di questi animali può essere pericoloso se non addirittura letale, ma niente paura, osservando alcune semplici regole è possibile evitare un incontro sgradito e quindi ridurre il rischio di attacco; possiamo tranquillizzarci pensando che la maggior parte delle specie di serpenti esistenti nel nostro paese non sono pericolose, solo una piccola parte può iniettare del veleno nel nostro organismo, sono le vipere; saperle riconoscere è quindi importantissimo per poterle evitare, senza spaventarsi inutilmente di fronte ad altre specie, che magari ci impressionano ma non sono rischiose per la nostra vita o la nostra salute.

Quindi Come difendersi da questi serpenti e come riconoscerli?

Come come tutti i serpenti anche le vipere amano mimetizzarsi con l’ambiente circostante; fa parte della natura dell’animale nascondersi per tendere agguati, quindi pietre, arbusti, erba, rovi ed altra flora locale aiutano il serpente nella sua opera di mimetismo.

La vipera inoltre si confonde ancor di più a causa del suo colore molto simile all’ambiente circostante, quindi la prima regola da osservare è occhi aperti e non mettere le mani dappertutto; è utile dotarsi di un bastone se si desidera spostare delle foglie ho muovere dei sassi.

Passeggiando tra i boschi o le montagne è buona cosa camminare battendo forte i piedi sul terreno, per spaventare questi animali, in quanto intimoriti dalle vibrazioni; in realtà hanno più paura loro di noi, e preferiscono di gran lunga fuggire di fronte agli umani piuttosto che affrontarli, questa una semplice accortezza per difendersi efficacemente dai serpenti.

Per sicurezza indossate grosse scarpe da montagna o da trekking, che oltre a proteggervi da eventuali morsi di serpenti vi faranno fare passeggiate confortevoli; non è una cattiva idea in estate indossare anche delle calze sufficientemente alte, in quanto ricordate che oltre al morso dei serpenti dovrete proteggervi dagli arbusti circostanti e le ortiche!

La testa della vipera è triangolare, cosa che la rende distinguibile dagli altri serpenti, e le sue pupille sono a fessura verticale; misura dai 30 ai 90 cm ed il colore lo abbiamo detto è simile all’ambiente circostante quindi ha sfumature di giallo, rosso e marrone.
Sulla schiena è spesso distinguibile una striscia a zig zag.

Come difendersi dai serpenti strisce a zig zag
Come difendersi dai serpenti occhi
Come difendersi dai serpenti morso della vipera

Riuscendo a riconoscere questo serpente durante le nostre passeggiate ed osservando le regole sopra descritte riusciremo ad evitare quasi completamente un incontro con la vipera, ma nel caso in cui ne vedessimo una una o ne calpestassimo una accidentalmente è necessario fuggire immediatamente per mettersi in salvo; anche se il morso potrebbe provocare seri danni evitate di uccidere l’animale, che si trova nel suo ambiente, siamo noi ad essere in un ambiente che non ci appartiene…

Di seguito un interessante ed esaustivo video relativo alla vipera.

Ecco come difendersi dal morso del serpente

Nel malaugurato caso in cui venissimo morsi dalla vipera ecco come difendersi; il morso di questo serpente è facilmente riconoscibile in quanto presenta due fori distanti circa un centimetro l’uno dall’altro, quindi una volta accertato il pericolo è necessario bloccare in tutti i modi l’accesso del veleno nel nostro organismo, premendo con forza la parte circostante per farne uscire più possibile, aiutandovi con un estrattore se ne avete uno a portata di mano.

Se l’attacco riguarda braccia o gambe è utile stringere sopra qualche centimetro dal morso una cintura o qualcosa che funga da laccio per rallentare il propagarsi del veleno; nel caso in cui invece si venisse a morsi in altre parti del corpo meno accessibili bisogna anche in questo caso rallentare il veleno premendo la parte circostante con qualcosa di elastico.

Sempre e comunque in ogni caso disinfettarsi con acqua pulita e bende pulite, restare calmi in quanto l’agitazione aumenta il battito cardiaco e favorisce il propagarsi delle sostanze tossiche iniettate; va detto che i casi di morte sono veramente limitati.

Esistono dei kit di pronto soccorso in caso di morso da vipera, dotati di estrattore di veleno nei momenti successivi all’attacco ed alcuni accessori utili per prestare un primo soccorso.

La vittima del morso va portata al più presto al pronto soccorso o in guardia medica per una visita immediata urgente ed eventuale somministrazione di antidoto anti vipera; i sintomi dell’infezione sono subito riconoscibili da un forte dolore nella zona morsa oltre che stordimento, diarrea, vomito e sudore freddo.
Eh si, si sta davvero male…!

Abbiamo visto quindi come difendersi dai serpenti durante le nostre passeggiate in collina o in montagna, speriamo di non fare brutti incontri godendoci la natura, ed osservando le semplici regole sopra descritte staremo più tranquilli.

Buona passeggiata!

Se vuoi approfondire il mondo di questi misteriosi rettili forse queste letture ti potrebbero interessare:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

POST RELATIVI

Lascia un commento